Stadi Euro 2020: Dublino e Bilbao salutano. Festeggiano Siviglia e San Pietroburgo

tittidap
By
Maggio 4th 2021, 5:23 pm
Last Updated 2 minuti ago
Stadi Euro 2020: Dublino e Bilbao salutano. Festeggiano Siviglia e San Pietroburgo 2

Link Commerciali | Si applicano T&C | Solo nuovi giocatori | 18+

Manca davvero poco ormai all’inizio degli Europei di calcio itineranti che verranno disputati anche in Italia e le maggiori incognite in vista della manifestazione si stanno man mano dissipando. Una di queste attiene sicuramente agli Stadi dove si disputeranno le tanto attese partite delle Nazionali. Alcuni sono stati già confermati dall’ente organizzatore e quindi ufficializzati, mentre altri sembrerebbero in forte dubbio.

Tra conferme e nuove assegnazioni

Una delle conferme che hanno reso felici gli appassionati italiani di calcio è stata quella attinente lo stadio Olimpico di Roma che ospiterà ben tre partite che gli azzurri, guidati da Roberto Mancini, dovranno disputare nella fase a gironi. Nelle ultime giornate però si è assistito ad alcuni cambiamenti in merito alle assegnazioni degli stadi in vista dell’inizio del Torneo. In particolare, in seguito alla recente riunione del Comitato Esecutivo, è stato reso noto ed ufficializzato un primo cambiamento per quanto riguarda la sede spagnola.

Alcune partite dell’Europeo non verranno più disputate a Bilbao, come era stato inizialmente programmato, ma avranno come sfondo lo stupendo Estadio La Cartuja di Siviglia, già sede della finale della Coppa del Re tra Barcellona ed Athletic Bilbao. In tal senso, possiamo dire che alla fine l’ha spuntata il presidente della Federcalcio Spagnola Luis Rubiales che, in vista della probabile esclusione da parte dell’organizzatore dello Stadio di Bilbao a causa di problemi organizzativi, si è immediatamente attivato per assicurare la presenza di almeno una città Spagnola ospitante e ha proposto con forza e ottenuto la candidatura dello Stadio di Siviglia.

Dublino saluta, San Pietroburgo ringrazia

A tenere banco non è stata però soltanto la vicenda di Bilbao e ciò in quanto anche la città di Dublino non è riuscita a soddisfare i parametri degli organizzatori in merito alla presenza del pubblico negli stadi che va garantita nella percentuale del 25% della capienza dell’impianto sportivo ospitante. È stata quindi accolta la candidatura presentata dalla città russa di San Pietroburgo che ha messo a disposizione il suo stadio che ospiterà ben 5 partite della fase a gironi.

Siviglia e San Pietroburgo si vanno quindi ad aggiungere alle altre nove sedi già confermate in cui si svolgeranno le attesissime partite dell’ imminente Europeo, ossia Roma, Amsterdam, Baku, Bucarest, Copenaghen, Glasgow e Londra. A queste bisogna aggiungere anche Monaco di Baviera che dopo aver garantito la presenza di minimo 14.500 tifosi nello stadio ha ottenuto la possibilità di ospitare alcuni match della fase a gironi del Torneo.

Non dovrebbero esserci ulteriori novità almeno per quanto riguarda il tema stadi. Per cui non ci rimane altro che attendere qualche altra settimana per poter ammirare le gesta dei campioni delle diverse Nazionali che si alterneranno nei singoli impianti sportivi messi a disposizione dai vari Paesi Europei, in una competizione che si annuncia quanto mai avvincente e che sembrerebbe manifestare con forza un ritorno alla normalità, con stadi finalmente aperti al pubblico e tifosi pronti a intonare i loro cori di sostegno per le rispettive squadre.

tittidap

Appassionato di calcio e di sport in generale, scrivo contenuti sui grandi eventi sportivi per 8 anni. Per Europei 2020, fornisco sul sito Pitchinvasion.net molte informazioni sulla competizione che si svolgerà dall'11 giugno all'11 luglio 2021 (squadre, gruppi, partite e le migliori quote per le scommesse). Vi do anche la mia opinione sulla vittoria della squadra italiana all'Euro.