Allargamento delle rose da 23 a 26 si attende l’ufficialità

tittidap
By
Maggio 4th 2021, 5:35 pm
Last Updated 2 minuti ago
Allargamento delle rose da 23 a 26 si attende l’ufficialità 2

Link Commerciali | Si applicano T&C | Solo nuovi giocatori | 18+

Stando a quanto raccontato dal Times negli ultimi giorni, manca ormai poco all’ufficialità della decisione finalizzata all’allargamento delle rose da 23 a 26 in vista dei prossimi Campionati Europei di Calcio.

Le prime reazioni

Il giornale inglese ‘The Times‘ da ormai per certo che al prossimo Europeo le Nazionali potranno fare affidamento su 26 giocatori, tre in più dei 23 attualmente previsti. La rassegna che prenderà il via il prossimo 11 giugno con la partita all’Olimpico di Roma tra Italia e Turchia potrebbe essere la prima competizione europea a sperimentare questa nuova formula. Formula che è già stata accolta con entusiasmo da Roberto Mancini e dallo staff azzurro che è già al lavoro per scegliere i tre calciatori aggiuntivi che verranno aggregati al gruppo italiano nella prossima competizione continentale.

Alla base della decisione, come ovvio, la volontà di venire incontro alle esigenze delle rappresentative e degli stessi giocatori, che dopo un’annata massacrante come quella che sta per concludersi inevitabilmente potranno incorrere in infortuni muscolari e traumatici. Positive anche le reazioni degli altri CT che vedono nei tre slot aggiuntivi un aiuto fondamentale nella gestione del gruppo anche in considerazione della particolare situazione sanitaria che continuiamo a vivere a livello europeo.

Come cambia il calcio: dalle cinque sostituzioni alle rose allargate

La scelta di allargare il numero dei convocati a 26 si inserisce all’interno di un percorso intrapreso negli ultimi anni per venire incontro alle rinnovate esigenze dei calciatori, costretti a giocare ogni tre giorni e la cui salute resta la priorità assoluta.

Già l’anno scorso, i vertici del calcio europeo avevano deciso di assecondare le richieste delle società e dei suoi tesserati e l’avevano fatto aumentando da tre a cinque il numero delle sostituzioni effettuabili all’interno dell’incontro. Questa modifica regolamentare, che giunge dopo decenni di immobilismo, ha cambiato e non poco gli equilibri esistenti all’interno delle competizioni nazionali e internazionali e ciò in quanto, come di facile percezione, a beneficiarne maggiormente sono state le squadre più ricche che possono far affidamento su una rosa più lunga rispetto a quella delle piccole. Spesso anche nella nostra Serie A a fare la differenza sono stati proprio i subentranti delle big che hanno permesso alla rispettive squadre di portare a casa dei punti fondamentali.

Anche ai prossimi campionati Europei a essere agevolate dall’allargamento delle rose e dall’aumento delle sostituzioni saranno le rappresentative più forti che avranno così molte più chance di cambiare l’andamento della partita anche a gara in corso. Resta da capire quale sarà l’impatto dei cambiamenti regolamentari, ma la sensazione è che la direzione intrapresa vada ad avvantaggiare troppo i club e le selezioni più forti, minando profondamente l’equilibrio e la concorrenza all’interno di uno sport che, invece, da sempre è aperto a ogni possibile esito.

tittidap

Appassionato di calcio e di sport in generale, scrivo contenuti sui grandi eventi sportivi per 8 anni. Per Europei 2020, fornisco sul sito Pitchinvasion.net molte informazioni sulla competizione che si svolgerà dall'11 giugno all'11 luglio 2021 (squadre, gruppi, partite e le migliori quote per le scommesse). Vi do anche la mia opinione sulla vittoria della squadra italiana all'Euro.